R.T.O. 4 Novembre 2013

La riunione tecnica obbligatoria di lunedì scorso è stata interamente incentrata sulle modalità di corretta redazione del Referto di Gara, documento ufficiale che completa e qualifica, anche in assenza di visionatura da parte dell’osservatore, la qualità dell’impegno reso in assolvimento dell’incarico ricevuto.

Il Presidente Tosi, nell’introdurre il tema della serata, ha ceduto la parola al Componente del Consiglio Direttivo OA Christian Citraro, che grazie all’ausilio di numerose slide, corredate da svariati esempi pratici, ha esaminato con dovizia di particolari le diverse sezioni che compongono il referto, evidenziandone gli aspetti più delicati e rilevanti.

Nel tracciare un primo quadro generale, egli ha sottolineato l’assoluta importanza di una corretta “redazione” dello stesso, che non può e non deve limitarsi ad una sterile “compilazione” di semplici dati, bensì ad una precisa e puntuale stesura che coordini ed elabori dati e informazioni in modo organico. Il referto deve essere scritto in modo comprensibile e firmato in modo leggibile: una redazione superficiale dello stesso o la mancata tempestiva spedizione non sono un buon “biglietto da visita” nei confronti dell’Organo Tecnico, degli Organi Federali e delle Società, che attendono le deliberazioni del Giudice Sportivo o l’aggiornamento della classifica o le squalifiche per il turno successivo. È indispensabile che, pur nella necessaria sinteticità, il referto di gara sia veritiero e completo quanto ai fatti accaduti, riportando nella trascrizione dei fatti esattamente e specificatamente quanto avvenuto (non una parola in meno e neppure una in più!), affinché il Giudice Sportivo possa assumere gli adeguati provvedimenti.

Il Presidente, in conclusione, nel ringraziare il collega per il lavoro svolto, ha quindi invitato gli arbitri ad uniformarsi a quanto illustrato, preannunciando il futuro invio delle linee-guida a mezzo e-mail. Infine, ha ricordato che i rapporti di gara possono essere scaricati dalla sezione “Modulistica” (http://www.aiaimola.it/download-modulistica) del sito web sezionale oppure dall’Area riservata (http://www.aia-figc.it/private) del sito web nazionale (in quest’ultimo caso inserendo all’accesso il proprio codice meccanografico). Gli stessi devono essere consegnati in formato digitale, inviando un’e-mail a referti.imola@gmail.com le ore 20:00 del lunedì sera.

L’appuntamento è per la prossima R.T.O., prevista per lunedì 18 novembre 2013 alle ore 20:30.

I commenti sono chiusi.